Prenota

Dubito Ergo Sum - Franco Fracassi - Biolab

Il quarto appuntamento della rassegna culturale “Dubito Ergo Sum” si svolgerà Domenica 15 gennaio, ore 10:00, presso la sala convegni del Sabaudia Hotel & SPA, e avrà come titolo “Biolab

Il relatore d’eccezione di tale incontro sarà il giornalista, scrittore documentarista Franco Fracassi che ci esporrà le ricerche e le riflessioni che hanno ispirato la sua ultima opera letteraria da cui l’evento trae il titolo “Biolab”. Fin dall’inizio della crisi Covid, Fracassi ha concentrato la propria ricerca sull’origine del virus Cov-Sars-2 e sul laboratorio di Wuhan, uno dei centri mondiali in cui viene praticato il ‘guadagno di funzione’ per il potenziamento dei virus. Dopo il volume “I misteri di Wuhan”, Fracassi è tornato a interessarsi dell’argomento allargando il proprio sguardo sulla rete di biolab sparsi in tutto il mondo attraverso un libro appena dato alle stampe: “Biolab, la guerra del futuro passa dall’Ucraina e dall’Italia”.
“Gli Stati Uniti dal 2015 hanno creato una rete internazionale di biolaboratori militari”, ha argomentato Fracassi nel corso di un’intervista, “e contestualmente le multinazionali farmaceutiche hanno creato una rete parallela in cui vengono fatte ricerche sui vaccini per fermare queste armi. I bio-laboratori si sono particolarmente sviluppati in Ucraina, dove, a partire dal 2014, l’apparato statale è praticamente al servizio degli Stati Uniti”.
Secondo l’indagine del giornalista romano, anche il nostro Paese si appresta a diventare un porto franco della sperimentazione sulle armi biologiche. Ciò sarebbe testimoniato dalla nascita di due bio-laboratori: uno a Sigonella e uno a Trieste. “In Italia c’è un laboratorio trapiantato dal Il Cairo a Sigonella dove si studiano i virus Sars. Per quanto riguarda il laboratorio di Trieste, è passata una legge che limita fortemente le autorità italiane sulla possibilità di indagare in merito alle sue attività e che fa parte di una rete finanziata dalla Cia e dal Pentagono”.

Al termine dell’incontro sarà inoltre possibile pranzare presso il Vivaldi Restaurant con la formula “A pranzo con l’Autore” al costo di € 35.00. È consigliata la prenotazione.

Vi aspettiamo quindi Domenica 15 Gennaio, ore 10:00, presso la sala convegni del Sabaudia Hotel & SPA.

E’ consigliata la prenotazione all’evento tramite il seguente link, oppure telefonando allo 0773 1785800 o inviando una mail a info@sabaudiahotel.com.

Per coloro che hanno il piacere di soggiornare presso l’hotel sarà riservata una tariffa in convenzione.

Note sul relatore:

Franco Fracassi è tra i più noti giornalisti d’inchiesta italiani e dopo aver fondato la società di produzione cinematografica “Telemaco”, ha realizzato numerosi documentari d’inchiesta e reportage televisivi. Per sedici anni si è occupato di inchieste ed è stato inviato in tutto il mondo per raccontare alcuni dei principali eventi che hanno segnato la storia degli ultimi vent’anni (la caduta del Muro di Berlino, i due colpi di Stato in Russia, l’ultimo esperimento nucleare in Cina, la caduta dell’apartheid in Sudafrica, l’arresto e il processo all’ex presidente jugoslavo Slobodan Milosevic, il G8 di Genova del 2001).
Inoltre, Fracassi ha seguito come inviato di guerra i principali conflitti: Croazia, Bosnia, Kosovo, Albania, Sri Lanka, Israele-Palestina, Angola, Iraq e Afghanistan.
Fracassi, attraverso la sua casa di produzione Telemaco, è autore di alcuni documentari, tra cui “Zero-inchiesta sull’11 settembre” (il più visto documentario italiano della storia con oltre 250 milioni di spettatori nel mondo), “Sangue e cemento”, “Le dame e il Cavaliere”, “Blue Ghosts”.
Fracassi è anche foto-reporter e, oltre ad alcune mostre, ha anche partecipato a concorsi fotografici internazionali, quali il World Press Photo.
Egli ha inoltre scritto diversi libri d’inchiesta, tra i quali “Quarto Reich”, “Ilaria Alpi, morte di una giornalista”, “Russiagate”, “Sudafrica in bianco e nero”, “La bomba di Allah”, “Isis”.
Fracassi insegna in diverse scuole di giornalismo (soprattutto giornalismo d’inchiesta), di foto-reportage, di regia documentaria (all’Accademia dell’Immagine dell’Aquila), di geopolitica e di favole e giornalismo (alle scuole elementari e medie).

Questo sito utilizza cookie tecnici proprietari e cookie analitici di terze parti per offrire agli utenti una migliore esperienza di navigazione. Cliccando “accetta” autorizzi ad usare i cookie analitici, mentre cliccando “mantieni disabilitati” rifiuti tali cookie.
Per maggiori informazioni, consulti la nostra Informativa Privacy Policy.